Guida ai Migliori Servizi Cloud Gratuiti

cloud gratuiti

Guida ai Migliori Servizi Cloud Gratuiti

Nell’era digitale nella quale ci troviamo non ci sono più i problemi di un tempo, ma quello più ricorrente è legato alla mancanza di spazio inteso come spazio di archiviazione. In questo articolo affrontiamo il tema fornendo una guida sintetica, ma completa sui migliori servizi di cloud hosting che ci permetteranno di liberare spazio dai nostri device, conservando tutti i nostri file in un posto sicuro, veloce e potenzialmente illimitato: il Cloud.

Ma iniziamo con ordine. Cos’è esattamente il Cloud? Potremmo definire il Cloud o Cloud hosting una banca dati che offre spazio per archiviare i propri file, che talvolta permette di modificare i dati caricati senza il supporto di ulteriori software. Il grande vantaggio, oltre al risparmio di spazio sui nostri device che possono liberarsi dei file caricati in remoto, è che non possono rovinarsi o andare perduti in quanto sono molto ben custoditi nei Server di colossi del web come Google, Amazon o Microsoft, per citarne alcuni.

Al giorno d’oggi lo spazio per archiviare file – come foto sul nostro telefono – è sempre meno, vuoi per il numero di foto che scattiamo in modo compulsivo, vuoi per l’altissima risoluzione che gli smartphone di ultima generazione posseggono. Ad arrivare a contenere 3000 foto si fa quindi presto e si stima che un tale numero di scatti possa occupare all’incirca 15 GB di spazio sul nostro dispositivo, che è anche la capienza media dei dispositivi in Italia. Per non parlare dei video; per brevi video si può arrivare a 1 GB per 1 solo minuto di video.

 

cloud migliori

 

Come funziona esattamente un servizio di Cloud?

Utilizzare questa nuova tecnologia è molto semplice: in primo luogo bisogna registrarsi a uno dei servizi che di seguito vi proporremo, in secondo luogo scaricare l’app per caricare i vostri contenuti nel cloud et voilà, il gioco è fatto.

Quali sono i migliori servizi di Cloud?

Di seguito una tabella per un confronto visivo sui migliori servizi.

Servizio
Spazio Gratuito (GB)
Album Foto
Streaming Musica
Lavoro (Modifica documenti)
Google Drive
15
Mega
50
no
no
Box
10
Dropbox
2
no
OneDrive
5
no
iCloud
5
Amazon Cloud
5
no
no
Mediafire
10
no
no
CloudMe
3

 

E la Privacy?

Veniamo a uno dei tasti dolenti di questo servizio. Molti di voi si staranno chiedendo come funziona con la privacy, dove sono i miei dati, chi può vederli e cose di questo tipo. Rispondiamo con ordine.

I vostri dati sono fisicamente su Server sparsi in tutto il mondo e di cui molto probabilmente non conoscerete mai la località; i dati sono sotto il controllo degli amministratori di quel server che in teoria possono accedervi senza particolari difficoltà. Il tutto dovrebbe essere – sempre in teoria – criptato, per non consentire a male intenzionati di accedere ai vostri dati per fini di lucro, come la vendita a terzi. Aziende come Google e Microsoft, proprietarie rispettivamente dell’omonimo motore di ricerca e di Bing, sono tuttavia interessate, come Facebook d’altronde, alle vostra abitudini di navigazione in modo da proporvi della pubblicità pertinente a quello che vi interessa quando utilizzate i loro servizi.

Il consiglio che viene dato è sempre lo stesso: ogni computer connesso alla rete è relativamente sicuro (e il cloud lo è) per cui non caricate su questi servizi file veramente privati come dichiarazioni dei redditi, password, conti e tutto ciò che vi danneggerebbe notevolmente se entrasse in possesso di malintenzionati.

Un ultimo aspetto che vale la pena sottolineare è: cosa succede se cancello tutto?

In teoria i dati dovrebbero essere cancellati, ma chi può dirlo… Infatti non è chiaro quanto tempo i nostri file rimarranno nei server prima di essere cancellati.

Altro aspetto da tenere presente è se l’azienda non fosse più in vita in futuro. Sono già presenti dei casi di aziende, come MegaUpload e MegaVideo, in cui i legittimi proprietari si sono trovati senza i loro file, in questo caso perché il servizio veniva largamente utilizzato per violare i diritti d’autore di terzi. Tuttavia rimane il fatto che chi l’ha utilizzato rispettando le regole si è trovato senza file senza un reale motivo.

 

Nessun commento

Di' la tua