Diventare Fashion Blogger: Istruzioni per l’Uso

Come diventare Fashion Blogger

Diventare Fashion Blogger: Istruzioni per l’Uso

Grazie alla diffusione di Internet si sono aperti nuovi orizzonti da tutti i punti di vista, compreso quello professionale, che ha visto molte persone “inventarsi” nuovi mestieri per fare della propria passione un lavoro.

Il fashion blogger è uno di questi. Possiamo specificare che, se da un lato, raggiunto il successo è molto facile guadagnarci, dall’altro per arrivare a tale successo ci vogliono – oltre alla passione – tanto impegno, perseveranza, e anche piccoli investimenti.

Sicuramente non puoi diventare un o una fashion blogger se non hai il know-how, ovvero le conoscenze adatte da comunicare a chi ti segue, o peggio ancora se non hai niente da dire. Se invece sei un esperto di moda, ami dispensare consigli sul look e parlare delle ultime novità, sei già a un buon punto di partenza. Ma come posso capire se sono adatto a diventare fashion blogger? Da dove devo iniziare? E a quanto ammontano i guadagni?

 

Come e quanto si guadagna

Partiamo da quest’ultimo quesito. Se si riesce a diventare un blogger di discreto successo, ci sono diversi modi per guadagnare. Possiamo raggrupparli così:

  • attraverso Google Adsense
  • inserendo direttamente banner degli inserzionisti
  • twittando o postando un determinato contenuto
  • attraverso i prodotti che le aziende ci fanno sponsorizzare
  • partecipando a eventi da influencer / guru.

 

Google Adsense è il modo banalmente più veloce per guadagnare con un blog (di qualsiasi tipologia esso sia. A questo proposito, noi organizziamo il corso Guadagna con la pubblicità degli altri). Si tratta di “ospitare” annunci pubblicitari che a ruota girano in tutti i siti web che permettono di farlo – quindi anche nel tuo. Ogni volta che un utente visualizzerà un elevato numero di volte l’annuncio o ci cliccherà sopra, Google ti darà la tua parte. Attenzione però: Google si accorge quando i clic o le visualizzazioni sono falsati, e se cerchi di ingannare il sistema, rischi di essere bannato e non potrai più guadagnare con Adsense nemmeno in futuro.

 

diventare fashion blogger

 

Alcuni inserzionisti interessati al pubblico che ti segue potrebbero voler saltare il passaggio di Adsense, e chiedere direttamente a te di inserire nel tuo sito una loro pubblicità. Qui gli accordi funzionano ovviamente indipendentemente da Google, e potete sbrigarvela fra di voi.

 

Diversi marchi ormai usufruiscono di persone che già godono di una buona fetta di “seguaci” per pubblicizzare i loro prodotti. E lo possono fare in due modi: il primo, fare in modo che un fashion blogger scriva un post in cui dice che tale prodotto o accessorio o qualunque cosa sia, sia bellissimo. Può essere un tweet, una foto su Facebook o su Instagram, e così via. In questo caso, l’azienda provvederà a darvi un piccolo compenso. Il secondo modo, è quello di regalarvi i loro prodotti, per fare in modo che voi, dietro nessun altro compenso se non appunto il prodotto in regalo, ne parliate al vostro pubblico. Ovviamente l’azienda non potrà mai essere sicura al 100% che ne parlerete bene, ma se il prodotto è oggettivamente carino e senza apparenti difetti c’è una buona probabilità che lo facciate. E se lo farete, probabilmente ve ne invierà altri in futuro.

 

Infine, una volta raggiunta una certa popolarità, potrete anche essere chiamati a eventi, fiere, nuove aperture e inaugurazioni come ragazzi immagine o per un piccolo incontro con i fan. Si pensi, ad esempio, a noti marchi di make-up che hanno invitato famose (ma sempre per quella nicchia!) youtuber che insegnano come truccarsi.

 

aprire un blog e guadagnare

 

Sommando tutti questi metodi di guadagno (ma in teoria anche solamente con il primo), si può guadagnare da qualche centinaia ad alcune migliaia di Euro al mese. Poco male! La strada, però, come dicevamo non è tutta in discesa. Vediamo i passi da compiere per avere discrete possibilità di diventare fashion blogger.

 

Come diventare fashion blogger: step by step

  1. Fatti conoscere dalla massa. Apri una pagina Facebook, Twitter e Instagram e curale per bene. Se su Facebook hai un profilo personale con un numero già elevato di amici, crea una pagina che ti rappresenti. Con una pagina, oltre a essere più professionale e poter distinguere la sfera privata da quella da condividere con il pubblico, potrai vedere quante visualizzazioni e interazioni totalizzano i tuoi post, avere infiniti fan e – cosa altrettanto importante – sponsorizzare alcuni post. Pubblica con regolarità, e ricordati di essere allo stesso tempo spontaneo, ma professionale, utile e originale.
  2. Fatti creare il blog. Anche se molte applicazioni perlopiù intuitive permettono ormai di creare gratuitamente siti alla portata di tutti, ricordati che per aspirare a quello che vuoi diventare devi partire da un piccolo investimento. Un blog fatto da professionisti del settore può costare dai 300 ai 1.000 Euro, ma vale comunque la pena fare un lavoro pulito e che – altra cosa importante! – agli occhi dei motori di ricerca siano ottimizzati.fashion blogger uomo
  3. Crea tanti contenuti interessanti. Di’ la tua, certo, ma assicurati di farlo correttamente, non commettendo errori nella scrittura o
    commentando troppo inopportunamente. Più frequentemente pubblicherai articoli, più terrai alta l’attenzione del tuo pubblico su di te, oltre al fatto che il tuo sito salirà nel ranking di Google e quindi più persone ti troveranno. Ricordati di linkare sui Social Network a ogni articolo che posterai.
  4. Pensa ai video. Tanti blogger, anche se di nicchia, hanno conquistato il loro pubblico grazie al fatto di essere youtuber. Non sottovalutare questo canale, anche perché la tendenza a preferire video ad altri tipi di contenuti aumenta anno dopo anno.
  5. Non montarti la testa. Hai conquistato un buon numero di Follower e Mi piace, posti contenuti sul tuo blog con regolarità e noti che il traffico è in aumento? Mai abbassare la guardia: il primo pericolo è spesso quello di ignorare il pubblico, non rispondere né alle critiche né alle domande che ti vengono poste (magari anche con un certo interesse) da parte di chi ti segue. Ricorda che il tuo lavoro dipende dai tuoi fan, e la prima regola non è quella di acquisirne di nuovi, ma di “trattare bene” quelli che già hai.
  6. Sponsorizzati su Google e sui Social. Se non sei un esperto, è meglio chiedere a un’agenzia, che potrà occuparsi delle campagne pubblicitarie per acquisire maggiore popolarità ed essere “scoperto” da nuove persone.

 

In sostanza…

Diventare fashion blogger non è semplice. Ma se seguirai queste poche dritte avrai sicuramente molte più possibilità di riuscire nel tuo sogno. L’importante – come spesso vale anche per altre cose – è non arrendersi ai primi ostacoli. Perseverare. Interessare. Conquistare.

Chiamaci per sapere come possiamo aiutarti a diventare fashion blogger oppure clicca qui per un preventivo.

Nessun commento

Di' la tua